Contatto
Dall’idea al prodotto

COME NASCE UNA STUFA DA SOGNO

Sono specializzato nella progettazione dettagliata e su misura di stufe moderne, stufe contadine, stufe ad accumulo, cucine a legna e caminetti. L’ideazione di questi oggetti, tuttavia, spesso comincia già prima della progettazione vera e propria, necessitando le stufe di un pavimento strutturato in maniera particolare. Per questo motivo non è mai troppo presto per cominciare con la progettazione di una stufa: prima si inizia, più facile sarà conciliare un afflusso d’aria fresca ottimale, il rispetto delle norme antincendio ed eventuali richieste specifiche del committente. Il modo più economico e meno complicato è senza dubbio quello di coinvolgerci nei progetti di costruzione o di ricostruzione fin dall’inizio.

5 passi verso la stufa dei vostri sogni

CONSULENZA PROFESSIONALE, MODELLI 3D E MOLTI ESEMPI DA TOCCARE CON MANO

2

Progettazione professionale

Chi ben progetta è a metà dell’opera! La progettazione prevede, tra l’altro, un calcolo professionale del fabbisogno termico, che terrà conto della cubatura da riscaldare e del valore termoisolante della casa. Questo lavoro preliminare sfocerà nella progettazione vera e propria e nella presentazione di un modello 3D.

4

Montaggio di alta qualità

Il montaggio avviene in stretto contatto con il committente. Noi ci occuperemo di tutte le questioni tecniche, coordinandole eventualmente con i nostri partner di altri settori. Di regola, il mio obiettivo è di consegnare la nuova stufa entro 7 giorni.

I consigli del fumista

CONSIGLI SEMPLICI PER ACCENDERE IL FUOCO

1

Per un uso corretto della stufa che eviti la formazione di fumo è indispensabile utilizzare legna asciutta. Idealmente, la legna è stata lasciata riposare per 2-3 anni e ha un contenuto di umidità inferiore al 20 percento. Il materiale combustibile umido non solo ha uno scarso potere calorifico, ma crea anche gas di combustione e fa sì che il vetro si annerisca per la fuliggine.

2

Si inizia impilando con cura, idealmente a croce, i ceppi di legna, utilizzando una quantità di legna adatta alla stufa.

3

Porre sopra di essi i ceppi piccoli, i trucioli e l’accendifuoco: l’accendi fuoco nella camera di combustione va posto sempre nel lato dal quale vengono aspirati i gas di scarico. Ciò permette la combustione dei gas che si formano, riducendo le emissioni inquinanti e permettendo una produzione ancora più efficiente del calore.

4

Aprire le prese d’aria e accendere l’accendifuoco: sia durante l’accensione sia durante la combustione è necessario un afflusso d’aria sufficiente. Pertanto, le prese d’aria possono essere chiuse solamente dopo che si è formato un letto di braci.

Se la stufa è gestita correttamente, dopo poco tempo non rilascerà più fumo nell’ambiente.

Lavoro con prodotti dei seguenti marchi:
I miei architetti di fiducia: